La rivoluzione, evoluzione della stampa: la stampa nanografica.

Presentata alla fiera di Drupa in Germania nel 2012 la tecnologia creata dall’Israeliano Benny Landa: la nanografia.

Dopo cinque anni passiamo dalla teoria ai fatti. Terminata la fase di studio e test, sono state scelte tre aziende per la fase definitiva del beta-test. Le aziende sono ubicate in Israele (fase già iniziata) Germania e USA. Appare come una tecnologia di stampa innovativa e performante. Abbina i vantaggi della stampa digitale alla qualità e velocità tipica della stampa offset utilizzando basse quantità di inchiostro (i nanopigmenti).

La nuova tipologia di stampa digitale utilizza l’inchiostro NanoInk™ a base acquosa. Il processo creato da Landa Nanographic Printing è una tecnologia rivoluzionaria destinata ai mercati della stampa commerciale, editoriale e di packaging. Il processo Landa Nanographic Printing crea immagini dotate di eccezionale resistenza.

Permette di stampare su qualsiasi supporto: dalle carte al cartone, dalla carta di giornale a film, senza bisogno di nessun genere di trattamento preliminare. Le immagini Nanografiche hanno uno spessore di soli 500 nanometri, circa la metà dello spessore delle immagini stampate in offset. Ogni gocciolina di inchiostro nanografico acquoso al termine del processo crea l’immagine a colori. Quando l’acqua evapora, l’inchiostro si trasforma in un film ultra-sottile, meno della metà dello spessore delle immagini stampate in offset.

Aspettiamo i prossimi mesi, terminata la fase di beta test, per comprenderne lo sviluppo.


Andrea Roversi 27 Articles
È uno dei soci fondatori di Hdemo Network, società di consulenza tecnica e strategica nata a Treviso nel 1995. Negli anni ha erogato molte migliaia di ore di formazione sui più noti applicativi software per l’industria grafica e collabora con i principali enti e scuole a indirizzo grafico del Nord-Est.